E-commerce, consumatori disposti a spendere di più per aspettare meno

Più soldi a fronte di meno attesa. I consumatori online sono disposti a spendere di più in cambio di una consegna più rapida ed efficiente. È quanto emerge dall’indagine sui consumatori lombardi svolta dal servizio di consegna a domicilio per l’e-commerce Milkman. Secondo la ricerca, con una spesa di 2-3 euro in più sulla consegna il 41,4% dei consumatori vorrebbe ricevere quanto acquistato il giorno stesso dell’ordine, il 41,6% all’orario più comodo e il 43% alla sera o nel weekend. Insomma, a chi compra on line non piace aspettare nemmeno un minuto più del necessario e tantomeno non poter programmare il momento della consegna.

Obiettivo flessibilità e qualità della consegna

Utenti e-commerce a caccia di maggiore flessibilità e qualità nella consegna, quindi? La risposta sembra essere sì in Italia ma anche a livello globale, indicando un’importante evoluzione nell’atteggiamento dei consumatori online. Secondo una ricerca pubblicata da Dropoff, startup americana specializzata in consegne same-day, il 43% degli utenti americani che acquistano online si aspetta di trovare l’opzione di consegna same-day, percentuale che sale al 50% considerando i Millennials. Grande importanza è attribuita anche alla flessibilità, con il 54% delle richieste relativo alla possibilità di personalizzare giorno e ora della consegna.

Orari scomodi e lentezza le maggiori criticità

Come riferisce Askanews, per gli utenti italiani le criticità del servizio consegne sono soprattutto legate alla scomodità (per il 37%, con consegne effettuate quando si è assenti, in orari scomodi o non rispettati), alla sfiducia (indicata dal 29%, con corrieri che mentono dicendo di essere passati  e pacchi lasciati senza citofonare), alla lentezza (il 19%, differenza tra il giorno di consegna atteso e quello reale) e quindi al rischio (per il 15%, pacchi danneggiati o smarriti).

La consegna? Gli utenti la vogliono programmare

“Il 60% dei nostri clienti decide di programmare la consegna invece di accettare il giorno e la fascia che gli vengono proposti in modo automatizzato – dichiara Antonio Perini, CEO Milkman -. Considerando gli ultimi 3 mesi, il 33% degli utenti Milkman ha scelto la fascia di consegna sotto le 3 ore, il 20% ha scelto di ricevere il proprio pacco tra le 19 e le 22 (servizio serale) e il 20% ha richiesto una consegna in same-day”. La ricerca di Milkman è stata presentata a Milano durante la XIII edizione del Netcomm Forum, la due giorni dedicata all’e-commerce, al digital retail e alla digital transformation delle aziende organizzata al Mico.


Comments are closed