Commercio on line, in Lombardia cresce del 9%

Ottime performance delle imprese lombarde attive nell’e-commerce. Nella regione, infatti, cresce sensibilmente il settore, con un incremento di imprese e addetti. Tradotto in cifre, si tratta di un balzo in avanti del 9% rispetto al 2017. Le imprese del settore sono 3mila, per complessivi 6mila addetti in Lombardia.

I dati della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi

Secondo un’elaborazione della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi sui dati del registro delle imprese, il commercio on line in Lombardia e in Italia nel 2018 mette a segno un +9% rispetto al 2017 e raggiunge quota 3.142 imprese attive in regione e 17.432 nel Paese. Una crescita che diventa +58% per la Lombardia e +68% per l’Italia considerando gli ultimi cinque anni con il settore che impiega quasi 6 mila addetti in Regione su 26 mila a livello nazionale, il 23% del totale.

Milano prima per imprese in Lombardia

Milano è prima con 1.378 imprese e quasi 4 mila addetti, seguita da Brescia (383 imprese), Bergamo e Monza Brianza (con circa 300 imprese ciascuna). Brescia è anche il territorio dove giovani (25,6%) e stranieri (12,5%) pesano di più sul settore.

Il panorama nazionale

Sono 17.432 le imprese specializzate in Italia nel settore del commercio online e crescono del 9% in un anno e del +68% in cinque anni. Quasi un’impresa su quatto tra chi si occupa di vendita su internet è giovane (24%) e circa il 10% è in mano a imprenditori nati all’estero. Le imprese del commercio online danno lavoro a 26 mila addetti concentrati in Lombardia (23%), Lazio e Umbria (10% ciascuna). Se Roma è prima per imprese (1.523 sedi) seguita da Milano (1.378), Napoli (1.283) e Torino (700), Milano concentra il maggior numero di addetti (quasi 4 mila) seguita da Perugia (2.563), Imperia è prima per peso degli imprenditori nati all’estero (33%) e Potenza per peso delle imprese giovani (48%).

Per le controversie c’è il servizio della Camera Arbitrale

Per le controversie legate agli acquisti su Internet – così come per tutte le altre controversie di consumo – c’è RisolviOnline, il servizio di online dispute resolution dalla Camera Arbitrale, azienda speciale della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi. Le richieste ricevute e gestite in 16 anni tra B2B, B2C, C2B e C2C sono state 932. Le controversie riguardano soprattutto l’acquisto di vestiario e accessori, l’annullamento di voli aerei e pacchetti turistici in generale. RisolviOnline è uno dei providers accreditati presenti sulla piattaforma europea ODR – online dispute resolution della Commissione Europea che riguarda controversie C2B tra consumatori e fornitori dell’Unione Europea.


Comments are closed