More from: Aziende e negozi

Scegliere un asciugamani elettrico: perché affidarsi ai professionisti

Per un’azienda, una comunità, una palestra ma anche un locale pubblico la scelta di installare un asciugamano elettrico nei bagni è una scelta vincente per diversi motivi. Innanzitutto si evita uno spreco di carta, con un netto beneficio per l’ambiente. Ancora, si evitano lunghe trafile burocratiche e perdite di tempo dovute al riassortimento dei rotoli di asciugamani in carta. Inoltre, si ha la certezza di avere dei bagni sempre in ordine, senza cartacce per terra o peggio buttate nei sanitari. Infine, se si scelgono i modelli di nuova generazione c’è anche un netto vantaggio in termini di risparmio energetico. Insomma, i benefici superano di gran lunga gli ipotetici svantaggi ma, anche in questo caso, vale sempre la regola di affidarsi a dei professionisti del settore.

Gli aspetti da considerare in fase di acquisto

Per avere la certezza di compiere un acquisto di qualità, conviene scegliere un fornitore specializzato. Come Mediclinics, azienda leader del settore che non solo commercializza asciugamani elettrici e molti altri dispositivi, ma li produce direttamente. Quindi, conosce alla perfezione ogni dettaglio di ciò che vende. Mediclinics  produce asciugamani elettrici da oltre 40 anni: nello stabilimento di Barcellona vengono realizzati in media circa 200.000 asciugamani elettrici l’anno, destinati a tutto il mondo. Controlli di qualità, standard moderni e certificazioni internazionali sono all’avanguardia, sia per la tutela della sicurezza sia per quella dell’ambiente.

Quale modello scegliere?

In catalogo ci sono un’infinità di modelli, per tutte le esigenze e tutti i budget. Il fiore all’occhiello è rappresentato da DualflowPlus, che racchiude la miglior tecnologia oggi possibile per un asciugamani elettrico. Di ultima generazione, si caratterizza per  4 lame d’aria, inserimento verticale delle mani, asciugatura superveloce e getto d’aria superpotente a 400 km/h. L’asciugatura è velocissima – bastano solo 15 secondi –  eppure il consumo energetico rimane decisamente basso. Ancora, questo modello è regolabile (la potenza del motore va da 19.000 a 30.000 giri) ed è particolarmente silenzioso. Come ulteriore sicurezza per il cliente, questi asciugamani vantano le principali certificazioni internazionali e soprattutto sono coperti da una vera garanzia e da un servizio ineccepibile e reale che prevede 24 mesi di garanzia standard e addirittura  30 mesi di garanzia per acquisti online dal sito.

L’importanza della corretta installazione

Un asciugamani elettrico deve essere innanzitutto sicuro, costruito seguendo le rigide normative europee e testato e autorizzato da enti terzi. Ma, oltre a ciò, va anche installato a regola d’arte e soprattutto a norma di legge. In prima battuta, siccome è un apparecchio elettrico, è bene collocarlo ad almeno 60 centimetri dai lavandini o da dove si trova l’acqua. In linea di massima, l’asciugamani deve essere posizionato a 130 centimetri da terra (per gli spazi destinati ai bambini le misure sono inferiori)  così come devono essere rispettate le indicazioni previste nel caso si installi in un bagno per disabili, che prevede il montaggio a 105 cm da l pavimento. In sintesi, perché tutto sia perfettamente funzionale, esteticamente bello e a norma, il consiglio è uno solo: affidarsi a chi il prodotto lo produce e lo conosce in ogni dettaglio.


E-commerce, consumatori disposti a spendere di più per aspettare meno

Più soldi a fronte di meno attesa. I consumatori online sono disposti a spendere di più in cambio di una consegna più rapida ed efficiente. È quanto emerge dall’indagine sui consumatori lombardi svolta dal servizio di consegna a domicilio per l’e-commerce Milkman. Secondo la ricerca, con una spesa di 2-3 euro in più sulla consegna il 41,4% dei consumatori vorrebbe ricevere quanto acquistato il giorno stesso dell’ordine, il 41,6% all’orario più comodo e il 43% alla sera o nel weekend. Insomma, a chi compra on line non piace aspettare nemmeno un minuto più del necessario e tantomeno non poter programmare il momento della consegna.

Obiettivo flessibilità e qualità della consegna

Utenti e-commerce a caccia di maggiore flessibilità e qualità nella consegna, quindi? La risposta sembra essere sì in Italia ma anche a livello globale, indicando un’importante evoluzione nell’atteggiamento dei consumatori online. Secondo una ricerca pubblicata da Dropoff, startup americana specializzata in consegne same-day, il 43% degli utenti americani che acquistano online si aspetta di trovare l’opzione di consegna same-day, percentuale che sale al 50% considerando i Millennials. Grande importanza è attribuita anche alla flessibilità, con il 54% delle richieste relativo alla possibilità di personalizzare giorno e ora della consegna.

Orari scomodi e lentezza le maggiori criticità

Come riferisce Askanews, per gli utenti italiani le criticità del servizio consegne sono soprattutto legate alla scomodità (per il 37%, con consegne effettuate quando si è assenti, in orari scomodi o non rispettati), alla sfiducia (indicata dal 29%, con corrieri che mentono dicendo di essere passati  e pacchi lasciati senza citofonare), alla lentezza (il 19%, differenza tra il giorno di consegna atteso e quello reale) e quindi al rischio (per il 15%, pacchi danneggiati o smarriti).

La consegna? Gli utenti la vogliono programmare

“Il 60% dei nostri clienti decide di programmare la consegna invece di accettare il giorno e la fascia che gli vengono proposti in modo automatizzato – dichiara Antonio Perini, CEO Milkman -. Considerando gli ultimi 3 mesi, il 33% degli utenti Milkman ha scelto la fascia di consegna sotto le 3 ore, il 20% ha scelto di ricevere il proprio pacco tra le 19 e le 22 (servizio serale) e il 20% ha richiesto una consegna in same-day”. La ricerca di Milkman è stata presentata a Milano durante la XIII edizione del Netcomm Forum, la due giorni dedicata all’e-commerce, al digital retail e alla digital transformation delle aziende organizzata al Mico.


Il piacere del caffè ogni volta che vuoi

Secondo recenti statistiche, circa il 30% delle famiglie italiane possiede una macchinetta per il caffè, a testimonianza del fatto che nessuno di noi è disposto a rinunciare al piacevole rapporto quotidiano con la nostra tazzina preferita. Il buon caffè delle capsule Lavazza a Modo Mio by Cialdamia.it rappresenta un’ottima alternativa alla tazzina del bar: grazie a queste pratiche capsule infatti, è possibile concedersi una piacevolissima pausa di gusto e relax in ogni momento della giornata, grazie ad un semplice gesto della mano. Queste ottime cialde vantano un grande assortimento di gusti, in grado di soddisfare le esigenze di tutta la famiglia, e regalano ad ogni sorso quella piacevolissima sensazione che si prova quando si assapora un caffè pregiato.

Esistono tantissime miscele differenti, adatte per ogni momento della giornata ed in grado di soddisfare le esigenze ed i desideri di ciascuno: si va dalle classiche qualità Oro o Crema e Gusto alla delicata miscela a Modo Mio Intenso o Passionale, dalla qualità Ginseng o Orzo per i più esigenti al gusto pieno della qualità Rossa. Le capsule Lavazza a Modo mio incontrano perfettamente i gusti di ciascuno e Cialdamia.it è lo shopping online giusto in cui fare rifornimento ai prezzi più bassi del web: qui trovi le tue capsule preferite, e puoi scoprirne tante altre dalle miscele ricercate e sorprendenti, approfittando al tempo stesso delle tante promozioni in corso. Ad esempio, puoi usufruire della spedizione gratuita per ordini di importo superiore a 100€ e registrandoti sul sito riceverai via mail appositi codici promozionali dalle condizioni vantaggiose.

Concedersi una buona tazza di caffè, cremoso e profumato come quello del bar, è quindi un piacere al quale nessuno è disposto a rinunciare, e le capsule Lavazza a Modo Mio sono il modo migliore per provare quella piacevole sensazione di benessere ogni volta che ti va.


Si ragiona con le idee regalo by Viceversa

Per un’idea regalo davvero apprezzata, originale e creativa al tempo stesso, cosa è meglio di un accessorio da cucina da utilizzare tutti i giorni? Su Viceversa non hai che l’imbarazzo della scelta per fare la felicità di chi ama questo ambiente di casa così rappresentativo della nostra personalità e delle cura che abbiamo verso noi stessi. La cucina rappresenta infatti la convivialità, lo stare insieme, il preparare insieme le pietanze da servire in tavola e tutto ciò che di bello si esprime tra una portata e l’altra. Perché dunque, non scegliere un utensile originale ed utile al tempo stesso? Prova a pensare ai tanti accessori per il vino presenti su Viceversa: bellissimi calici ma anche decanter, versatori, originali tappi per lo champagne e cavatappi particolari, per fare un esempio. Chi non farebbe salti di gioia ricevendo un regalo simile, nell’attesa di poter utilizzare il tutto al prossimo aperitivo in casa con gli amici?

È una magnifica idea regalo che va davvero di moda in questo periodo, ma se sei orientata su un altro tipo di accessorio, le opzioni a tua disposizione su Viceversa.it sono ancora tante. Potresti optare per un delizioso spremiagrumi elettrico dal design accattivante, con base antiscivolo e beccuccio antisgocciolamento, perfetto per concedersi una fresca e salutare spremuta in pochi secondi. In alternativa potresti scegliere anche delle simpaticissime tazze da colazione oppure originalissimi accessori da cucina quali grattugie, macina pepe e portauova dal design creativo e innovativo. Certamente il tuo regalo produrrà l’effetto di stupore e felicità che desideri in chi lo riceverà, e avrai la soddisfazione d’aver fatto un regalo veramente azzeccato e gradito. Concludi tranquillamente il tuo acquisto e paga con il metodo a te più comodo, riceverai la merce direttamente a casa in un paio di giorni.

E per quanto riguarda il profilo Facebook? Beh, finalmente possiamo parlare di un profilo gestito in modo appropriato. Rispetto ai due articoli delle scorse settimane, Viceversa presenta una pagina decisamente elegante e piacevole, con post ben scritti e concetti che possono interessare il target di riferimento. Le immagini sono belle, il brand sempre riconoscibile, ed il livello di interazione, unitamente al blog (blog.viceversa.it) decisamente superiore alla media. Bene, avanti così!


Qualche miglioramento…

L’RSPP, o meglio il responsabile servizio prevenzione, riveste un ruolo di grande importanza all’interno di qualsiasi realtà aziendale, in quanto deve occuparsi di apportare tutte quelle soluzioni in grado di tutelare la sicurezza dei lavoratori nello svolgere le normali attività lavorative. Si tratta di una figura alla quale le aziende sono chiamate obbligatoriamente a provvedere, ed è un ruolo che può essere assunto anche dal datore di lavoro dopo aver effettuato la relativa formazione. Si tratta di un compito che comunque richiede grande applicazione ed il partecipare a frequenti corsi d’aggiornamento per essere sempre in linea con quanto previsto dalla normativa vigente. Questo è il motivo che il più delle volte induce le aziende ad affidare questa tipologia di incarico ad un professionista esterno, in grado di apportare le soluzioni necessarie a garantire la piena sicurezza a tutti i lavoratori, sollevando il datore di lavoro da questo incarico e consentendogli di dedicarsi a tempo pieno al proprio lavoro.

Affidarsi ad un RSPP esterno significa usufruire delle prestazioni di un professionista che conosce bene la materia e che consentirà a tutti di poter svolgere in maniera più serena le proprie mansioni, con la certezza che sia stata adottata ogni possibile precauzione per preservare la salute di ogni singolo dipendente. Area81 è una azienda che si occupa di corsi e consulenza sulla sicurezza sul lavoro, e propone un servizio di RSPP esterno ideale per tutte quelle aziende che hanno deciso di allinearsi a quanto previsto dalla normativa vigente in tema di sicurezza e che non hanno ancora individuato il professionista giusto cui affidare questo compito.

Bene, ora che abbiamo illustrato cosa fa l’azienda e quale sia l’importante ambito nel quale opera, tra gli altri ovviamente, passiamo ad un breve e sintetico commento sulla presenza Facebook: tutto sommato non malaccio. Ci sono articoli originali e richiami ad altri di interesse pubblico, ed i temi trattati sono opportuni e presentati in modo che non definiremmo malvagio. Tuttavia, notiamo un livello di interazione decisamente limitato, probabilmente dovuto ad un tasso di visione dei post molto basso: coraggio Area81, investi in sponsorizzazioni e continua così!


Cominciamo male…

Oggi vorrei raccontare la mia esperienza diretta, mi sembra il modo migliore, tutto sommato, per aprire un nuovo blog: mia moglie ha deciso di cambiare la sua cucina. Ebbene sì, dopo oltre 12 anni di gloria, di qualche cassetto che non si chiudeva, e di tante mangiate… è giunto il momento di rottamare la nostra ormai vecchia cucina artigianale e sostituirla con una nuova fiammante.

L’altra volta ci eravamo affidati, appunto, ad un artigiano: ci sembrava la soluzione migliore, convinti anche da una nostra amica che proprio in quel negozio di lavorava. Questa volta abbiamo deciso di essere coccolati da un grosso nome, che potesse darci anche garanzia di assistenza e continuità dei ricambi: la scelta era tra Scavolini, brand storico ma piuttosto costoso, e Veneta Cucine.

Ci siamo quindi recati da un negozio che conoscevo abbastanza bene, Pedrazzini Centro Arredamenti, che in fatto di cucine a Milano e provincia ha sicuramente uno degli showroom più ampi e forniti. La scelta era vasta, molti modelli, ma quello che più mi ha colpito è stata la competenza del personale: Giorgio, che è anche il titolare, ha praticamente letto nel pensiero mia moglie! Che credetemi, in fatto di cucina e, in generale, scelte per la casa è tremendamente complicata ed esigente. E quindi via ad individuare piano di lavoro migliore, cassetti, pensili… per poi scoprire che spenderemo poco più della metà di quanto speso nel 2005!

Certo dovremo attendere un po’, il modello scelto non era in pronta consegna, ma siamo certi di essere stati guidati al meglio nell’acquisto, perché mentre io mi ostinavo a voler guardare tutta l’esposizione, Giorgio andava dritto per la sua strada e discuteva di aspetti “tecnici” con la mia consorte, trovando la soluzione migliore in meno di un’ora. Che dire, soddisfatto.

Ma vogliamo tornare al vero argomento del nostro blog? Già, la pagina Facebook… Beh, cara Pedrazzini, qui c’è un po’ da lavorare… anzi molto. Ma dico io, possibile che un negozio così bello e fornito, punto di riferimento per chiunque voglia arredare la propria casa, abbia una pagina aggiornata al 2012??? Ma noooo… Siamo proprio alle basi, qualche mi piace, poche recensioni, profilo letteralmente abbandonato.

A chi legge dico: non fatevi ingannare dall’apparenza, certo a Giorgio bisognerà tirare le orecchie, e anche forte, ma l’assortimento e la competenza di questo negozio non hanno davvero molti rivali.